Una sera, in treno …

Per attività collaterali al mio lavoro, in questo periodo ero quasi sempre via (i miei ultimi post, per lo più, sono partiti in modo automatico): durante uno dei miei rientri, qualcuno, sul treno, si siede davanti a me; fa un po’ di fatica e, confusamente, mi rendo conto che lo ostruisco nei movimenti. Semiaddormentato, mentre cambio posizione, guardo per un … Continua a leggere

APPENDICE: IL SENSO DELLO STATO

E’ mia opinione che le parole siano importanti; per cui questo post può anche essere ignorato poiché ridondante e ripetitivo rispetto al precedente. Tuttavia, dato che viviamo nella “civiltà dell’immagine”, lo si propone a parziale esemplificazione di quanto scritto in esso.   Rock Politik – Maurizio Crozza (2005)

VESPA, GRILLO E ANTIPOLITICA

Come detto qualche giorno fa, i miei ultimi video sono nati dalla visione del programma di Vespa la sera in cui era ospite Prodi: derivavano da una reazione emotiva a quella trasmissione; non avevo tempo per scrivere e mi sono affidato ad essi probabilmente trasmettendo un messaggio un po’ confuso, dato che non c’era un chiaro legame fra i due … Continua a leggere

C’E’ QUALCOSA DI MARCIO OGGI IN DANIMARCA

Ma Shakespeare (o, forse, chi per lui) viveva tra il XVI e il XVII secolo e magari le cose da allora sono cambiate. Io vorrei restare qui, in Italia, nei paraggi del paese reale, legale, virtuale, televisivo ed altre varianti. Come molti, anch’io ho visto il programma di Bruno Vespa dove, fra le altre cose, si parlava anche di Beppe … Continua a leggere

Una ricorrenza

Non sono stato molto presente in questo periodo. Il fatto è che avevo promesso di svolgere un incarico. Sembrava una cosa facile: un giorno o due al massimo; mi sono accorto presto che non era vero. Però avevo dato la mia parola e non mi piace non mantenerla: così quell’impegno ha assorbito quasi tutto il mio tempo; anzi, a dire … Continua a leggere