POETI MALEDETTI – 02 (RAFFRONTI II)

Qualche tempo fa, fra alcuni frammenti di classici greci, ho riportato alcuni versi di Ipponatte. Qui intendo riagganciarmi al post precedente. Perché, se Ipponatte può essere ritenuto il precursore dei poeti maledetti, Villon ne è l’antesignano, per lo meno in terra di Francia. Nato a Parigi nel 1431 (antico stile)1 e morto in una data imprecisata dopo il 1462 in … Continua a leggere

POETI MALEDETTI – 01 (RAFFRONTI)

Tratta dal Testamento, una raccolta di versi del poeta conosciuto come François Villon, la ballata che segue, composta nel XV secolo, nel XX secolo è stata riproposta in modo letterale (la lingua non è stata minimamente adattata a quella parlata oggi, contrariamente a quanto si è soliti fare) da Georges Brassens, un cantante che ha notevolmente influeNzato la canzone italiana … Continua a leggere

APPENDICE: IL SENSO DELLO STATO

E’ mia opinione che le parole siano importanti; per cui questo post può anche essere ignorato poiché ridondante e ripetitivo rispetto al precedente. Tuttavia, dato che viviamo nella “civiltà dell’immagine”, lo si propone a parziale esemplificazione di quanto scritto in esso.   Rock Politik – Maurizio Crozza (2005)

VESPA, GRILLO E ANTIPOLITICA

Come detto qualche giorno fa, i miei ultimi video sono nati dalla visione del programma di Vespa la sera in cui era ospite Prodi: derivavano da una reazione emotiva a quella trasmissione; non avevo tempo per scrivere e mi sono affidato ad essi probabilmente trasmettendo un messaggio un po’ confuso, dato che non c’era un chiaro legame fra i due … Continua a leggere

C’E’ QUALCOSA DI MARCIO OGGI IN DANIMARCA

Ma Shakespeare (o, forse, chi per lui) viveva tra il XVI e il XVII secolo e magari le cose da allora sono cambiate. Io vorrei restare qui, in Italia, nei paraggi del paese reale, legale, virtuale, televisivo ed altre varianti. Come molti, anch’io ho visto il programma di Bruno Vespa dove, fra le altre cose, si parlava anche di Beppe … Continua a leggere

PALINSESTO (Una fiaba)

Una mattina di un freddissimo inverno gli abitanti di Frnlanger, piccola cittadina a sud della Norvegia, uscendo dalle loro case, notarono qualcosa di strano. Qualcosa, uno strano bagliore di colore rosso… Tutto a Frnlanger era bianco, abbagliante, specialmente di mattina… la neve ed il ghiaccio davano un effetto di strana fragilità; ma il bagliore della neve era spesso mescolato al … Continua a leggere

Una ricorrenza

Non sono stato molto presente in questo periodo. Il fatto è che avevo promesso di svolgere un incarico. Sembrava una cosa facile: un giorno o due al massimo; mi sono accorto presto che non era vero. Però avevo dato la mia parola e non mi piace non mantenerla: così quell’impegno ha assorbito quasi tutto il mio tempo; anzi, a dire … Continua a leggere